Conclusioni: La Proposta

Antonio Rizzo – Presidente

Intanto volevo salutare le Autorità, gli amici tutti quanti per ringraziarvi di questa giornata che abbiamo passato insieme.

Quindi siamo giunti al termine di questa proficua giornata di lavoro ed è per me un onore salutare e ringraziare tutti voi che siete intervenuti, consentendo così il pieno raggiungimento degli obiettivi che ci eravamo prefissato organizzando questo forum, che rappresenta l’occasione di incontro tra istituzioni e mondo scientifico e artistico.

Il Rotary è una delle maggiori associazioni internazionali di servizio umanitario, le cui principali di intervento sono la promozione della pace, la prevenzione delle malattie, la fornitura di acqua potabile e impianti igienico sanitari, la tutela della salute materna e infantile, l’affettizzazione, lo sviluppo della comunità, con interventi a favore della popolazione nel cui territorio ricade da sede del Rotary.

Il Rotary Club Roma Castelli Romani di cui sono Presidente, ha deciso di intervenire sul territorio di appartenenza occupandosi del restauro in collaborazione col Comune di Castel Gandolfo, è qui di fianco a me il Sindaco, e con la Sovrintendenza alle belle arti di cui oggi abbiamo avuto la presenza del Sottosegretario Onorevole Borletti, la fontana progettata e costruita dal Bernini situata nella Piazza di Castel Gandolfo antistante il Palazzo Pontificio, meta di turisti, pellegrini provenienti da tutto il mondo.

Il progetto di restauro della Fontana Bernini è finalizzato a restituire alla popolazione locale un bene architettonico di grande importanza e nel contempo costituisce una formidabile vetrina per esporre la capacità progettuale e realizzativa del Rotary International in generale e dei Club Rotary aderenti al progetto.

Mi rendo conto che questo intervento è sicuramente ambizioso e oneroso, ma sono sempre stato convinto di poter contare su amici e collaboratori straordinari, con professionalità indiscusse e alla luce di tutto ciò che quest’oggi è stato detto sono più che mai convinto che possa realmente concretizzarsi.

L’attività di restauro prevede diverse fasi che andranno a svolgersi nell’arco di almeno tre anni, la prima fase si svolgerà nel corso di quest’anno rotariano che mi vede svolgere la funzione di Presidente e andrà a interessare sia il piano istituzionale, sia il piano della comunicazione, sia quello dell’affidamento della progettazione.

Sul piano istituzionale all’accordo intervenuto il 14 agosto 2014 tra Rotary Club Castelli Romani e il Comune di Castel Gandolfo, dovrà seguire un accordo operativo con il quale verrà affidato al Rotary da parte del Comune l’incarico di realizzazione del progetto di restauro, a titolo gratuito, e il ruolo di sponsor.

Sul piano della comunicazione il Rotary, oltre alla campagna promozionale avviata per questo forum che ha visto coinvolti i mass media e istituzioni, attiverà sul web una piattaforma informatica di crowd funding in modo che da ogni parte del mondo possa essere dato un contributo economico in tempo reale, quale sostegno alla realizzazione del progetto di restauro.

Il progetto rotariano si basa sul coinvolgimento di tutti i Rotary Club del mondo, dall’Europa all’America, dall’Asia all’Africa, nella ricerca degli sponsor che vorranno legale il proprio nominativo al recupero, al restauro della fontana del Bernini e avrà, come ho già detto, un impegno temporale stimato di circa tre anni.

Al singolo Club Rotary verrà richiesto in via prioritaria di trasmettere all’esterno il messaggio tendente a individuare potenziali sponsor considerando questo tipo di messaggio, premiante più della raccolta presso i propri soci che comunque, se lo vorranno, potranno partecipare direttamente.

Allo sponsor e al Rotary Club che lo ha individuato verrà data la possibilità di legale il proprio nominativo in maniera stabile accanto al monumento restaurato con apposite tavole bronzeo di ringraziamento.

Infine per quanto inserisce l’affidamento della progettazione, essendo la fontana un monumento di valore storico e culturale particolarmente elevato vincolato dal Ministero dei beni e delle attività culturali, le modalità di intervento dovranno rispettare precisi vincoli e modalità operative.

In tale ambito il Rotary procederà a predisporre con la supervisione del Ministero il progetto di restauro che una volta ultimato sia nella parte tecnica, sia nella parte economica, donerà al Comune di Castel Gandolfo, la progettazione esecutiva verrà realizzata da risorse professionali rotariane, con il contributo di soggetti terzi particolarmente specializzate ed è previsto l’inseriti in cantiere di giovani restauratori opportunamente selezionati dal Rotary, coordinati e diretti nell’ambito di cantieri scuola.

Sarà questo un ulteriore contributo offerto dal Rotary ai giovani candidati all’attività del restauro.

A testimonianza dell’impegno assunto il Rotary Club Roma Castelli Romani ha richiesto il posizionamento vicino la fontana della stele che potete vedere sulla quale è inciso il simbolo del Rotary ed è fatta menzione dell’attività progettuale e donata al Comune di Castel Gandolfo.

Il Presidente internazionale del Rotary, Mister Uang ha chiamato quest’anno noi tutti a volere svolgere funzioni di ambasciatori per fare conoscere chi c’è vicino attraverso la nostra vita e le nostri azioni il senso del Rotary, e quindi in armonia con tale intento il Rotary vuole, con il restauro della Fontana del Bernini, essere presente sul territorio di appartenenza lasciando un segno tangibile dei principi che costituiscono il credo rotariano, così da poter rappresentare per tutti un riferimento costante.

Il progetto di restauro oggetto di questo forum è un progetto al quale il Rotary Club Roma Castelli Romani e io personalmente crediamo in modo particolare e spero che a conclusione di questa interessante sessione di lavoro tale entusiasmo possa trovare una concreta condivisione con tutti voi.

Un particolare ringraziamento per altre intervenuti al Sindaco di Castel Gandolfo Milvia Monachesi, al Sottosegretario del Ministero dei beni e le attività culturali Onorevole Borletti Buitoni, al Presidente del Consiglio regionale che purtroppo oggi non ce l’ha fatta a venire, Dottor Daniele Leodori che ci ha mandato il suo saluto, a Monsignor Sensi, all’Architetto Petrucci, al Dottor Fornetti, alla Dottoressa Paniccia, al Dottor Giacobbe che ci ha mandato il video messaggio, all’Architetto Moroni, all’Architetto Cicerchia, a Carla Tommasi, al Professor Benucci.

Desidero altresì ringraziare Banca Sistema, sponsor ufficiale e European Brokes Assicurazioni partener dell’evento.

Un sentito grazie a Carlo Noto la Diega, Governatore del Rotary Distretto 2080 e al suo staff per la sua sensibilità dimostrata sin dall’inizio per questa iniziativa, a Nino Tinè Segretario del Rotary Club Roma Castelli Romani e coordinatore del progetto per l’immenso lavoro svolto, a Paola Baratto direttore del centro per l’ospitalità offerta.

Grazie infine al Dottor Giulio Guazzini per l’ammirabile conduzione di questo forum.

Grazie di cuore, veramente, per l’attenzione e la sensibilità che avete dimostrato tutti quanti essere qui con noi oggi.

Grazie ancora.

torna indietro