Lettera di Ottobre

 torna indietro

Cari amici

Sono molte le cose di cui in questo mese vorrei parlarvi, alcune belle e piacevoli, altre senz’altro molto meno ed è davvero sempre più strano che io debba affidare alle parole di una lettera le cose che, se ci si incontrasse con maggiore frequenza, non sarebbe necessario trasmettere così…

Ma ognuno ha i suoi problemi, piccoli o grandi che siano, me ne rendo conto, anche se spesso non comprendo o meglio non giustifico  e quand’anche a volte i problemi proprio non ci siano, è la pigrizia o la poca disponibilità a stare insieme che impedisce a molti  di vivere momenti belli e da ricordare.

Cominciamo dalle cose belle:

abbiamo vissuto un serata bella e coinvolgente il 28 settembre, familiare, con tanti amici, nella quale sono stati nominati i membri onorari per quest’anno, con attestato e distintivo e tutti gli onori del caso, nelle persone di Don Orlando Raggi, Giorgio Di Raimondo, Gianmario Cavallaro e Chiara Rai. Ho detto tutto quella sera di ognuno di loro e non mi sembra il caso di ripetermi.

Poi Gianmario ci ha illuminato sui segreti del ruolo del Direttore d’orchestra, sui suoi gesti, su tutto quello che sta dietro la preparazione di un concerto: con parole chiare, semplici e dirette ha permesso anche ai non addetti ai lavori di entrare in questo mondo dalla porta principale.

Il successo della serata, mi diceva l’assistente dei governatore, Orazio Ciarlo, presente in sala, è stato vedere come tanti amici continuassero a porre domande a Gianmario, incuranti dell’ora….

 

E poi il 6 ottobre, una giornata radiosa e serena, quasi estiva,  la visita teatralizzata agli scavi di Ostia Antica, che ha riscosso grande successo, anche tra i soci presenti di altri club, per l’originalità, l’interesse e la professionalità riscontrata nelle persone che ci hanno accompagnato in questo affascinante percorso nello splendore di Roma antica e che ha lasciato in tutti il desiderio di ripetere in qualche modo questo cammino una sera, nel nostro club, con gli stessi protagonisti.

 

Naturalmente è seguito un lauto pranzo nel Ristorante Amelindo di Fiumicino: a detta di tutti abbiamo mangiato molto bene e trascorso ore in serenità e allegria.

 

L’unico neo di queste eventi che vi ho raccontato è la presenza dei soci:

13 il 28 settembre

7 il 6 ottobre

Stasera a Latina, per l’interclub, io e Sergio.

 

Certamente non è piacevole, per chi si adopera per la felice riuscita di ogni evento, vedere una così esigua partecipazione dei soci ed anche dover aspettare sempre l’ultimo momento per sapere se e chi sarà presente.  Io spero di riuscire pian piano ad aumentare il numero delle persone coinvolte, perché, torno a ripetere, far parte di un gruppo significa condividerne le attività ed essere piacevolmente interessati a stare insieme, se no non ha senso starci.

 

In questo mese si sono dimessi dal club: Domenico Caporicci, Alessandro Coppola e Ennio Posterivo ed apprendo ora che anche Vittorio Ardizzone, che era in aspettativa, si dimette.

Naturalmente me ne dispiace molto, anche se i motivi sono svariati ed importanti: perdere degli amici dispiace sempre e ti fa sentire come se fosse colpa tua!

 

Ma qualche altro amico che è andato via mi ha mostrato di voler tornare tra noi e questo mi rende doppiamente felice.

 

Abbiamo conosciuto meglio due aspiranti soci: Sandro Spinucci e  Adriano Botti, amici che spero si uniranno presto a noi.

 

Ci sono stati piccoli e brevi momenti di polemica e di incomprensione  e qualche tensione che spero non prenderà nessuna strada. Ora abbiamo l’assemblea per il rendiconto di Luigi, che mi auguro possa svolgersi in modo sereno e nel rispetto reciproco, pur nelle diversità di opinione di ciascuno. Ho inviato un appunto per le regole assembleari, alle quali spero vi atterrete.

Non mi piace fare la maestra né assumere atteggiamenti che sono contrari alla mia immagine, ma penso che a volte, per il ruolo che si occupa in un preciso momento, sia necessario anche  modificare la propria natura e cercare di fare in modo che le proprie idee siano in qualche modo recepite.

 

Le date che ci aspettano ancora in questo mese ve le ho mandate ieri aggiornate e non mi ripeterò.

 

Ottobre è il mese dell’Azione Professionale: ognuno di noi ha un ruolo nella sua vita, come dice il Governatore nella sua lettera di Ottobre; che il ruolo di ciascuno nella società sia sempre conforme ai principi che ci fanno, oltre che maestri, ingegneri, avvocati, scienziati ecc, veri rotariani, nello spirito e nelle azioni.

 

In questo mese festeggiano il compleanno:

Carlo Gargiulo, il 16

Francesco Scalieri, il 27.

Felice giornata e tanti auguri da parte mia e di tutto il club.

 

Ai Franco e Francesco ho mandato il mio personale augurio di Buon Onomastico per il 4 ottobre.

 

Scusate se le mie lettere vi possono risultare troppo personali, ma io sono così e mi piace parlare così…

 

Vi abbraccio tutti

Maria Teresa

 

Latina 11 ottobre 2012

Sito del Rotary Club Roma Castelli Romani